nicky-hayden

Addio a Nicky Hayden, il Kentucky Kid del MotoGP

Il campione di MotoGp Nicky Hayden è morto ieri nel tardo pomeriggio nell’ospedale di Cesena dove era ricoverato da cinque giorni, ossia da quando un’auto lo aveva investito sulla strada provinciale che collega Riccione a Tavoleto. Secondo le ultime ricostruzioni, il pilota americano non si sarebbe fermato a uno stop e l’automobile, probabilmente a elevata velocità, non ha fatto in tempo ad evitare l’impatto mortale.

A dare l’annuncio che ha scioccato migliaia di tifosi gli stessi medici: “Il Collegio medico ha accertato il decesso del paziente Nicholas Patrick Hayden, ricoverato da mercoledì scorso 17 maggio nel reparto di Rianimazione dell’Ospedale Bufalini di Cesena a seguito del gravissimo politrauma occorso in quella stessa data”.

Hayden, classe 1981, fa il suo ingresso nel circuito con l’AMA Superbike (il campionato Superbike degli Stati Uniti) conquistando il podio più alto nel 2002 e stabilendo il record di campione più giovane a vincere il campionato con ben 9 successi.

Il salto al grande circuito avviene nel 2003, quando esordisce nella MotoGP a fianco di Valentino Rossi con la RC211V del team Repsol Honda, conquistando due terzi posti. Dopo un brutto infortunio nel 2004, Hayden torna in pista meglio di prima, riuscendo a portare a casa il titolo di campione mondiale di MotoGp nel 2006, alla sua quarta stagione con la Honda.

Negli ultimi tempi era tornato al Campionato SuperBike, ottenendo un quinto posto nel mondiale del 2016. L’ultima volta che è sceso in pista è stata appena due settimane fa, al Gran Premio di Superbike a Imola. Oltre alla famiglia (due fratelli e due sorelle), Hayden lascia anche la fidanzata Jacqueline Marin, star della tv negli Stati Uniti, alla quale un anno fa aveva chiesto di sposarlo sullo sfondo della laguna veneziana.

P.M.

Related News

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Copyrıght 2013 FUEL THEMES. All RIGHTS RESERVED.