furto_roma

Allarme sicurezza, a Roma un furto ogni tre minuti

Presentato il Rapporto Eures sulla Capitale e sul Lazio. In crescita del 7 per cento i reati violenti. Confermato l’allarme del Procuratore Pignatone.

furto_romaSalgono a 5.299 le denunce di reati violenti: omicidi, tentati omicidi e violenze sessuali, con un incremento del 7 per cento nell’ultimo anno. È quanto emerge dal Rapporto Eures 2013 su sicurezza e trasporto pubblico a Roma e nel Lazio, presentato ieri alla stampa. I dati, che si riferiscono al 2012, suscitano apprensione, e confermano l’allarme gettato solo pochi giorni fa dal Procuratore regionale Giuseppe Pignatone sull’emergenza criminale in tutto il Lazio.

Nel Lazio le denunce di reati, secondo l’istituto ricerche economiche e sociali Eures, sono state complessivamente 325mila nel 2012, oltre 10mila in più rispetto al 2011 (+3,7 per cento). Ancora più inquietanti i dati sulla capitale d’Italia, che registra 269mila denunce (+4,4 per cento sul 2011). La grande maggioranza dei reati sono i furti, circa 163mila. Un numero che, fatti due conti, equivale a Roma a 447 furti ogni giorno. Ossia un furto ogni 3 minuti. Un dato choccante, che rende l’idea dell’insicurezza che si respira a Roma.

Aumentano le violenze: omicidi volontari, tentati omicidi, violenze sessuali e lesioni dolose. A Roma nel 2012 sono stati denunciati 5.299 reati violenti (+ 6,8 per cento rispetto al 2011). Numeri decisamente molto più bassi dei furti, ma sicuramente dai risvolti più drammatici. In assoluto 220 le vittime di atti di violenza. Con 15 morti, la capitale ha registrato il poco invidiabile boom degli omicidi per rapina (+87 per cento) ad opera della criminalità comune. Al secondo posto dei contesti più a rischio, quello familiare (12 vittime), seguito dagli omicidi tra conoscenti e avvenuti all’interno di rapporti economici (3 vittime in entrambi i contesti), dalla criminalità organizzata e dagli omicidi di vicinato (2 vittime in ciascun ambito).

Quanto alla violenza di genere, “tra il 2008 e il 2012 – afferma il Rapporto Eures – sono stati 160 gli uomini uccisi nel Lazio e 60 le donne. Tuttavia nei primi 11 mesi del 2013 (dati provvisori – Osservatorio Eures sul Femminicidio) si osserva nel Lazio un forte incremento del numero dei femminicidi, con 15 vittime censite tra gennaio e novembre, a fronte delle 9 registrate nell’intero 2012“. Un fenomeno che sta esplodendo, insomma, in questi ultimi tempi.

Il dato più allarmante sembra tuttavia riguardare l’aumento dei reati sessuali che coinvolgono i minori, – osserva l’Eures – saliti a 196 nel Lazio nel 2012, con una crescita del +42 per cento rispetto alle 138 denunce del 2011. Nella prevalenza dei casi si è trattato di violenza sessuale vera e propria, atti sessuali con un minorenne, detenzione di materiale pedopornografico”.

Riguardo all’offerta di trasporto pubblico, infine, il Rapporto rileva che la capitale è la ‘maglia nera’ fra le grandi capitali d’Europa. Ha la più bassa dotazione di linee metropolitane (2 linee, 51 Km) a fronte di Londra (13 linee che percorrono 460 Km e fermano in 382 stazioni), Madrid (279 Km e 232 stazioni) e Parigi (217 Km e 300 stazioni). E di certo, aggiungiamo noi, le vicissitudini della Metro C non aiuteranno Roma a risalire la china tanto in fretta. Anche per il trasporto su gomma, però, con 3.500 Km percorsi dai 2.450 bus circolanti, Roma si colloca in fondo alla graduatoria delle Capitali europee, con scarti significativi rispetto a Berlino (30 mila Km), Madrid (26 mila Km) e Parigi (25 mila Km).

Related News

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Copyrıght 2013 FUEL THEMES. All RIGHTS RESERVED.