Facebook compra WhatsApp: Jan Koum, il fondatore

Antitrust, multa da 3 mln di euro per WhatsApp

WhatsApp multata per 3 milioni di euro. è questa la decisione dell’Agcm (l’Autorità garante della concorrenza e del mercato) che ha deciso di far pagare a caro prezzo la decisione della chat più famosa del mondo di spingere i propri utenti a condividere i propri dati con Facebook, proprietaria dell’app dal 2014.

Secondo l’Authority infatti, WhatsApp avrebbe fatto credere al quasi un miliardo di utenti della piattaforma (dati 2016) di non poter più usufruire del servizio di messaggistica senza aver prima dato la propria autorizzazione a condividere i dati personali con Facebook.

Entrambe le istruttorie si sono chiuse oggi: relativamente al primo procedimento, “La società ha, di fatto, indotto gli utenti di WhatsApp Messenger ad accettare integralmente i nuovi Termini di Utilizzo, in particolare la condivisione dei propri dati con Facebook, facendo loro credere che sarebbe stato, altrimenti, impossibile proseguire nell’uso dell’applicazione. Coloro che erano già utenti alla data della modifica dei Termini (25 agosto 2016) avevano, invece, la possibilità di accettarne parzialmente i contenuti, potendo decidere di non fornire l’assenso a condividere le informazioni del proprio account WhatsApp con Facebook e continuare, comunque, a utilizzare l’app”.

Di contro, dalle indagini è emersa “l’inadeguata evidenziazione della possibilità di poter negare il consenso alla condivisione dei dati con Facebook” e anche la difficoltà di scegliere concretamente questa via, una volta accettati i termini.

Il secondo procedimento era invece relativo alla “”presunta vessatorietà di alcune clausole” nel contratto con gli utenti, come la possibilità di interrompere il servizio “senza motivo e senza preavviso” e di introdurre modifiche economiche alla tariffa non giustificate.

P.M. 

Related News

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Copyrıght 2013 FUEL THEMES. All RIGHTS RESERVED.