puisseguin

Autobus contro camion, 42 morti in Francia

Almeno quarantadue persone sono morte in un incidente stradale nei pressi di Libourne, poco distante da Bordeaux, in Francia. Un autobus e un camion si sono scontrati e hanno preso fuoco.

Il conducente del camion è fra le vittime; le altre sono passeggeri dell’autobus. I feriti sono cinque, due dei quali particolarmente gravi, mentre tre persone sarebbero rimaste illese. Giallo sulla sorte dell’autista del pullman: dato per morto in un primo momento, in seguito è stato depennato dalla lista.

Il suo comportamento è stato “eroico”, secondo quanto sostiene il medico Philippe Flipot, che ha partecipato ai soccorsi. ”È molto scioccato. Mi ha detto di essersi ritrovato davanti a un camion messo a portafoglio, non ha potuto evitarlo”, riferisce il medico.

È riuscito ad aprire le porte e i passeggeri hanno potuto lasciare il bus. Mettendo a repentaglio la propria vita, perché le fiamme lo hanno investito, è riuscito a far uscire qualche passeggero”.

Lo scontro è avvenuto intorno alle 7.30 di stamattina in una curva stretta della strada provinciale D-17, che gli abitanti del posto definiscono pericolosa. L’autista del camion dovrebbe aver perso il controllo del suo mezzo, carico di legname, che ha sbandato e si è fermato con il rimorchio di traverso nella corsia opposta. Qui è avvenuta la collisione con l’autobus, che aveva a bordo, oltre al conducente, 48 anziani appena partiti dal vicino paese di Petit-Palais. Erano diretti nel Béarn per un’escursione di un giorno.

La macchina dei soccorsi ha dovuto fare i conti con un incendio “gigantesco”, alimentato dal carico del camion. Sul posto sono accorsi circa 60 vigili del fuoco e un elicottero antincendio, oltre a 200 poliziotti che hanno isolato la zona.

La camera ardente per le vittime e il centro di accoglienza per i loro familiari sono stati allestiti nella scuola di Puisseguin. È arrivato un gruppo di psicologi ed è stato attivato un numero verde.

Sul luogo dell’incendio sono presenti il primo ministro francese Manuel Valls, il ministro dell’Interno Bernard Cazeneuve, il ministro dei Trasporti Alain Vidalies e il sindaco di Bordeaux, l’ex primo ministro Alain Juppé.

Il presidente della Repubblica, François Hollande, ha tenuto una conferenza stampa dalla Grecia, dove si trova in visita ufficiale. Ha annunciato di aver attivato il piano ORSEC (“Organizzazione di risposta della sicurezza civile”), che affida la gestione dei soccorsi a un centro di coordinamento unico.

Secondo l’Eliseo, “sarà fatta piena luce su quanto è successo. Tutti i servizi sono sul posto per garantire i soccorsi necessari e seguire le famiglie”. Il prefetto locale, Pierre Dartout, ha annunciato l’apertura di un’inchiesta.

L’incidente di oggi è il secondo più grave nella storia della Francia, preceduto solo da quello avvenuto nel 1982 a Beaune (Borgogna), che costò la vita a 53 persone, fra cui 44 bambini.

F.M.R.

Related News

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Copyrıght 2013 FUEL THEMES. All RIGHTS RESERVED.