-pedofila-pedopornografia-121119111758_medium

Banda Bassotti, una vittima ha solo 3 anni

Proseguono a Roma le indagini sulla vasta rete di pedo pornografia sgominata giorni fa con l’operazione Beiden Dackels, Banda Bassotti. pedopornografia_polizia_postaleE si apprendono nuovi particolari dopo l’intervento della Polizia postale di Roma, in collaborazione con l’Interpol tedesca di Hannover.

Tre arresti e 53 denunce, il bilancio dell’operazione Banda Bassotti. I tre finiti in carcere, tutti di circa 40 anni, sono stati arrestati a Roma, Siena e Trapani. Si tratta in particolare di un libero professionista, un operaio e uno studente.

A Roma a finire in carcere a Regina Coeli, è stato un insospettabile 35-enne, professione assicuratore. L’uomo è stato immediatamente messo in cella di isolamento, per evitare pesanti violenze su di lui da parte degli altri detenuti, come avviene sempre in questi casi.

Sempre a Roma vivono anche 7 dei 53 denunciati: agenti di commercio, consulenti aziendali, due disoccupati. Fra questi ultimi, secondo quanto scrive Grazia Coletti su Il Tempo, ci sarebbe anche un anziano ex-giostraio del Luneur. L’accusa per tutti è detenzione e divulgazione di materiale pedopornografico video e audio.

Tutti i personaggi coinvolti nella rete, si scambiavano video e immagini pedopornografiche fra Italia e Germania. Dalla centrale di Hannover, la banda spediva materiale a mezza Europa, ed era in contatto anche con una rete di pedofili italiani. I primi accertamenti avevano portato a identificare 104 utenze telefoniche del software eDonkey2000 che permetteva l’acquisizione dei fles. Da questi si è risaliti a 53 persone coinvolte nei traffici.

Gli investigatori stanno cercando ora di dare un nome ai bambini, osservando con attenzione i particolari dei video. Le vittime hanno tutte al di sotto dei 10 anni. L’ultimo particolare finora inedito che trapela dagli investigatori è il più raccapricciante: uno dei bambini avrebbe in tutta evidenza addirittura 3 anni. Durante le perquisizioni a casa dei soggetti coinvolti sono stati sequestrati 3.500 video, 11.500 foto, 47 computer, 356 dvd, 5 tablet, 3 macchine fotografiche e 3 cellulari.

Related News

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Copyrıght 2013 FUEL THEMES. All RIGHTS RESERVED.