cattolici politica

Cattolici e politica: “Torniamo a indovinare la via”

“Per favore, mettetevi in politica, ma nella politica con la P maiuscola”. E’ l’invito che Papa Francesco ha rivolto prima dell’estate ai giovani dell’Azione Cattolica radunati in piazza San Pietro, perché come ha rilevato il presidente del movimento cattolico, Luca Diotallevi “ciò che oggi manca non è certo la visibilità politica dei cattolici, ma la rilevanza del cattolicesimo per la politica”.

E’ più che evidente invece come il rapporto fra etica e politica sia sempre più difficile,  di contrapposizione e di convergenza assieme.  Come la questione morale, che si pone in tutti i campi della condotta umana, quando riguarda la sfera politica assuma un carattere particolarissimo: principi e regole si ‘aggiustano’ a seconda di singoli temi,  dei personaggi o dei movimenti che li propongono o li caldeggiano. Il pronunciarsi in senso eticamente corretto o meno può diventare una convenienza che viene patteggiata fuori dalle sedi istituzionali e talvolta lontano dalla ragionevolezza.

 “Oggi, ai cristiani è richiesta una rinnovata responsabilità di testimonianza e di azione per il bene comune sui valori condivisi con la comunità nazionale, che sono bene espressi nella Carta Costituzionale, ma che sono rimasti in gran parte inapplicati”. E’ il pensiero del senatore Giovanni Angelo Fontana, segretario politico della Democrazia Cristiana e presidente dell’associazione di Movimenti cattolici Solidarietà Popolare, già Ministro dell’Agricoltura nel primo Governo Amato,  che oggi a Sasso Marconi presso il Cenacolo Mariano delle Missionarie dell’Immacolata – Padre Kolbe (Viale Giovanni XXIII, 19) inaugura il convegno “Torniamo a indovinare la via”. Nell’incontro, che chiuderà domenica 24, “vorremmo ragionare su questi temi – dice Fontana – e sulla possibilità storica di ritrovare una comunione di intenti e di azione tra persone e associazioni attive in politica, per un nuovo protagonismo dell’etica cristiana nella frammentazione culturale e morale del nostro tempo”.

Interverranno nella prima giornata anche l’economista Stefano Zamagni, tra i principali collaboratori all’estensione della Lettera Enciclica “Caritas in Veritate” di Benedetto XVI, e Monsignor Gastone Simoni, Vescovo emerito di Prato.

Nella seconda giornata: Monsignor Mario Toso, Vescovo di Faenza-Modigliana.

Nella terza giornata: l’economista Antonino Galloni, esperto in finanza. Al termine, si costituiranno gruppi di lavoro sui temi: valori fondamentali, economia civile, alla ricerca della pace, oltre la scarsità: moneta, spesa pubblica e sviluppo demografico.

Related News

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Copyrıght 2013 FUEL THEMES. All RIGHTS RESERVED.