terra-dei.-fuochi

Ambiente: d’ora in poi i roghi dei rifiuti sono reato

Il governo vara il decreto con le risorse per la Terra dei Fuochi in Campania.

Ph. Reuters

(Ph. Reuters)

Il decreto legge sulla Terra dei Fuochi varato oggi dal Consiglio dei Ministri sblocca le risorse per la bonifica della Terra dei fuochi e introduce il reato di combustione illecita dei rifiuti.

La prima norma del provvedimento infatti, ha l’obiettivo di introdurre sanzioni penali per contrastare chi appicca i roghi tossici, oggi punibili solo con contravvenzioni. In particolare, nel testo si afferma che “chiunque appicca il fuoco a rifiuti abbandonati ovvero depositati in maniera incontrollata in aree non autorizzate è punito con la reclusione da due a cinque anni. Nel caso in cui sia appiccato il fuoco a rifiuti pericolosi, si applica la pena della reclusione da tre a sei anni. Se i delitti sono commessi nell’ambito dell’attività di un’ impresa, o comunque di un’attività organizzata, la pena è aumentata di un terzo. La pena è aumentata se i fatti sono commessi in territori che, al momento della condotta e comunque nei cinque anni precedenti, siano o siano stati interessati da dichiarazioni di stato di emergenza nel settore dei rifiuti (è il caso della Campania).

Nel testo, è prevista la confisca dei mezzi di trasporto utilizzati per la commissione dei delitti e alla sentenza di condanna, la confisca dell’area sulla quale è commesso il reato, “se di proprietà dell’autore o del compartecipe al reato, fatti salvi gli obblighi di bonifica e ripristino dello stato dei luoghi”.

“Per la prima volta le istituzioni affrontano il tema della cosiddetta Terra dei fuochi da tutti i punti di vista, sia ambientale sia sanitaria sia del territorio e del rilancio economico delle produzioni del territorio, oltre che della salute delle persone”, commenta il presidente del Consiglio Enrico Letta.  Dunque, un decreto come “risposta forte all’ emergenza perché senza intervento all’altezza della situazione, che in passato non c’è stato, lo Stato intende recuperare il tempo perduto”.

Related News

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Copyrıght 2013 FUEL THEMES. All RIGHTS RESERVED.