CIMG1709

Cuccioli spediti dalla Romania e bloccati a Fiumicino

I cani, di età inferiore alle 12 settimane, e stipati in due trasportini, sono stati sequestrati nell’aeroporto di Roma.

CIMG1706Otto cani di varie razze, tutti cuccioli di età inferiore alle 12 settimane, stipati in trasportini, spediti dalla Romania e diretti in Tunisia. Ma per fortuna il loro viaggio si è fermato a Roma, dove sono stati intercettati e sequestrati dal personale del Corpo forestale dello Stato e del servizio antifrode della Dogana.

I cuccioli sono tutti di razze che hanno un notevole mercato: Carlini, Shih Tzu, Husky e Chow Chow. A trasportarli, due rumeni giunti a ROma via terra, che hanno comprato i biglietti e che stavano per imbarcarsi con i cani per la Tunisia. I due speravano di farla franca al controllo perché i cuccioli non sono proprio appena nati. Ma al controllo doganale, una accurata ispezione dentale ha permesso di appurare che i cuccioli sono comunque di età inferiore a 12 settimane, il limite che la normativa italiana impone per far entrare i cani in Italia.

Ma ad attirare l’attenzione del personale del nucleo operativo della Forestale e dei doganieri di servizio, le condizioni davvero pessime in cui erano tenuti i cuccioli. due soli trasportini, di quelli che si usano si per trasportare gli animali, ma che al massimo possono ospitare un esemplare.

CIMG1709E invece in ciascuna gabbietta erano stipati ben quattro cuccioli. Di qui l’accusa di maltrattamenti scattata a carico dei due romeni, prontamente denunciati a piede libero alla Procura della Repubblica di Civitavecchia.

I cuccioli, intanto, sono stati presi in custodia dall’Isola Veterinaria dell’aeroporto, dove vengono rifocillati e curati e dove trascorreranno il weekend, mentre lunedì saranno spostai presso una struttura veterinaria della Capitale per poi essere dati in affidamento.

Non è  la prima volta che doganieri e Forestale bloccano i traffici internazionali di animali da affezione. Già nella primavera di quest’anno, in due distinte operazioni, gli agenti del Nucleo Cites di Trieste e del Comando stazione di Portogruaro, vicino Venezia, in collaborazione con la Polizia Stradale di San Donà di Piave, hanno sequestrato ben ottanta cuccioli. A fine estate, un altro maxi sequestro, ben 106 cuccioli che transitavano sul territorio italiano. In tutti questi casi, gli animali venivano trasportati con falsi documenti, privi di vaccinazioni, in condizioni pessime, spesso e volentieri con malattie non curate e lesioni di ogni genere.

Related News

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Copyrıght 2013 FUEL THEMES. All RIGHTS RESERVED.