divorzio breve

Divorzio breve, è boom delle separazioni

Entrata in vigore lo scorso 26 maggio, in pochi mesi la nuova legge sul divorzio breve sta già cominciando a mostrare i suoi frutti, solo nei mesi di giugno e luglio sono 50.000 in più rispetto allo scorso anno le coppie che sperano di ritrovare la felicità e la serenità perdute nel corso dell’esperienza coniugale. Lo rivelano i dati forniti dall’Associazione Matrimonialisti Italiani, AMI. Ma non è tutto merito della legge sul divorzio breve.

La legge come è noto, riduce a 12 mesi la durata minima del periodo di separazione per poter procedere con la domanda di divorzio, nel caso di separazioni consensuali sono sufficienti solo 6 mesi. Secondo Diego Sabatinelli, segretario della Lega Italiana per il Divorzio Breve, era prevedibile che all’indomani dell’approvazione della legge ci sarebbe stato un aumento delle richieste di divorzio ma questo non significa che sia aumentata anche la volontà degli italiani a divorziare. Gian Ettore Gassani, presidente dell’Ami, infatti spiega “Di questa legge al momento hanno potuto avvalersi tutte le coppie che avevano richiesto la separazione negli anni precedenti. Questo spiega un simile aumento di divorzi, ma il picco si attende a settembre e ottobre“.

44 anni per gli uomini e 41 per le donne è questa l’età media in cui i matrimoni registrano il maggior numero di fallimenti, soprattutto quelli contratti da pochi anni, e provengono di più dal nord che dal sud. Se la nuova legge sul divorzio breve avrà davvero cambiato i costumi del nostro paese però lo si potrà verificare solo nell’arco dei prossimi mesi.

Eppure resta l’amara sensazione che mentre si semplificano i passaggi per evitare alle coppie in via di separazione un doloroso ed estenuante calvario, al tempo stesso il sogno dell’amore eterno si vada sempre più indebolendo scontrandosi con un mondo di affetti e legami che di fatto desiderano sempre più fuggire da scelte definitive, troppo vincolanti e troppo cariche di responsabilità. Così resta il dubbio che per certi aspetti questa legge favorisca il diritto ad una felicità che resterà sempre ricercata ma mai davvero conquistata.

V. A. B.

Related News

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Copyrıght 2013 FUEL THEMES. All RIGHTS RESERVED.