index

GB, in vent’anni quadruplicato numero donne omosessuali

In Gran Bretagna negli ultimi venti anni si è quadruplicato il numero donne che ha avuto incontri omosessuali. Questo è il risultato di uno studio denominato National Survey of Sexual Attitudes and Lifestyles, condotto su un campione di oltre 15mila persone.lesbian

L’ 8 per cento delle intervistate ha ammesso di avere avuto un’ altra partner, contro l’ 1,8 per cento del 1990. È stabile invece, al 4,8 per cento, il numero degli uomini che hanno avuto incontri omosessuali. Ma dal 1990, quando venne condotto lo studio precedente, è raddoppiato anche il numero medio dei partner sessuali della donna nel corso della vita (7,7), dato questo in aumento anche per gli uomini (da 8,6 a 12).

Il sesso viene praticato comunque meno spesso – complici anche le “distrazioni” dell’era digitale, la crisi economica che abbassa l’autostima e il maggior numero di persone che vive da sola – ma fino ad un’età più avanzata, con il 60 per cento degli uomini e il 42 per cento delle donne di età compresa fra i 65 e i 74 anni che ha dichiarato di aver avuto almeno un partner nel corso dell’ ultimo anno. All’altro estremo, circa il 30 per cento degli uomini e delle donne ha dichiarato di aver avuto la prima esperienza sessuale prima dell’ età minima legale di 16 anni; infine, se l’ atteggiamento nei confronti degli omosessuali è divenuto più aperto, è invece aumentata la disapprovazione dell’adulterio: il 66 per cento dei britannici critica i tradimenti, contro il 50 per cento dello studio precedente.
Si abbassa anche la media degli incontri ‘ravvicinati’ mensili: gli uomini intervistati fra il 2010 e il 2012 hanno dichiarato di fare sesso 4,9 volte al mese e le donne 4,8, mentre nelle due indagini precedenti la media, per entrambi i sessi, era di era di sei volte. La ricerca rivela inoltre che molte coppie sembrano usare i siti porno come alternativa ai rapporti sessuali.

Un dato da tenere presente, da configurare come sintesi dell’evoluzione dei tempi: le donne ormai ammettono le storie di “una notte”. Il prof. Kaye Wellings, uno dei ricercatori che ha collaborato al sondaggio, ritiene che il cambiamento nel comportamento delle donne possa essere legato ai “profondi cambiamenti del ruolo delle donne nella società, al loro stile di vita ma anche alla rappresentazione mediatica odierna della sessualità femminile”. Ma i numeri mostrano anche che molte persone hanno problemi con la loro vita sessuale: una persona su sei ha condizioni di salute che influenzano la propria sessualità, ma solo il 24 per cento degli uomini e il 18 per cento delle donne ha chiesto aiuto.

Related News

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Copyrıght 2013 FUEL THEMES. All RIGHTS RESERVED.