ghiacciai

Ghiacciai in pericolo: si sciolgono al ritmo di 50 cm l’anno

In caldo anomalo di questa estate rovente, che ha raggiunto in diversi momenti temperature superiori alla media anche di 5 gradi, oltre a disturbare e mettere in pericolo la salute soprattutto dei più fragili, bambini e anziani, fa fondere i nostri ghiacciai alpini prima del previsto.

Ma anche fuori dall’Italia lo scioglimento delle grandi masse di ghiaccio delle regioni montane e polari non è mai stato così veloce negli ultimi 120 anni, il periodo per cui il World Glacier Monitoring Service dell’università di Zurigo ha raccolto i dati. Tra il 2000 e il 2010 i ghiacciai si sono assottigliati di uno spessore tra i 50 centimetri e il metro ogni anno: un ritmo due-tre volte maggiore rispetto alla media registrata nel XX secolo.

Lo rileva la ricerca pubblicata sul Journal of Glaciology, secondo la quale il tasso di scioglimento dei ghiacciai è senza precedenti su scala globale, almeno per il periodo in esame, e probabilmente anche in epoche precedenti, in base alle ricostruzioni fatte a partire da antichi documenti scritti e illustrati. Le misurazioni della perdita di ghiaccio, spiegano gli esperti, sono state eseguite su alcune centinaia di ghiacciai, ma i dati sono confermati da osservazioni sul campo e satellitari che coinvolgono decine di migliaia di ghiacciai nel mondo.

L’intensa perdita di ghiaccio osservata negli ultimi due decenni, evidenziano i ricercatori, ha portato a un forte squilibrio dei ghiacciai in molte regioni mondiali. “Questi ghiacciai – spiega il direttore del World Glacier Monitoring Service, Michael Zemp – continueranno a perdere ghiaccio, anche se il clima rimarrà stabile”.

Related News

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Copyrıght 2013 FUEL THEMES. All RIGHTS RESERVED.