gretaevanessa

Greta e Vanessa, “Pagati 11 milioni di riscatto”

A più di un anno dal rapimento di Greta e Vanessa, le due cooperanti italiane sequestrate a scopo di estorsione l’anno scorso in Siria, la sentenza di un tribunale islamico conferma la tesi per cui il riscatto pagato per liberarle ammonterebbe a 12 milioni di dollari, circa 11 milioni di euro.

Il tribunale islamico istituito ad al-Atarib, non lontano da Aleppo, ha condannato Hussam Atrash per essersi intascato qualcosa come 5 milioni di dollari, la parte più consistente della cifra. L’uomo avrebbe partecipato alle trattative per il rilascio delle due italiane: era a capo della cellula attiva in Siria di Ansar al-Islam, una formazione jihadista nata nel Kurdistan iracheno, poi confluita nell’ISIS.

Il tribunale che lo ha condannato è stato istituito dal Movimento Nur al-Din al-Zengi dopo che quest’ultimo ha preso il potere in città. Ispirato nel nome a uno dei più temuti generali dell’epoca delle crociate, il Movimento è uno dei gruppi armati anti-ISIS più forti della zona, legato ai Fratelli musulmani e finanziato dagli USA e dall’Arabia Saudita.

Greta Ramelli e Vanessa Marzullo sono state rapite ad Aleppo nella notte fra il 31 luglio e il 1° agosto 2014. Erano in Siria da tre giorni: erano partite come cooperanti volontarie per conto di una ONG non riconosciuta dal governo italiano, circostanza che ha alimentato vivaci polemiche sulla leggerezza e sull’impreparazione del loro comportamento.

I loro sequestratori le avevano consegnate a Jabhat al-Nusra, la formazione affiliata ad al-Qaeda che combatte contro l’ISIS nel nord della Siria. La loro liberazione è stata annunciata lo scorso 15 gennaio.

I primi a riportare la cifra di 12 milioni di dollari furono il quotidiano britannico The Guardian e la TV di Dubai Al-Aan. La Farnesina non ha mai commentato – né ha mai negato – la circostanza del pagamento di un riscatto, ma il ministro Paolo Gentiloni in un comunicato ha definito la cifra “inverosimile e priva di fondamento”.

F.M.R.

Related News

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Copyrıght 2013 FUEL THEMES. All RIGHTS RESERVED.