Il carciofo romanesco ‘ve volemo fa’ assaggia”

Il buon carciofo romanesco, frutto della tradizione millenaria del litorale laziale, prelibato e gustoso, disponibile da novembre ad aprile, sarà il protagonista del prossimo fine settimana. “Cimarolo”per i laziali e ” mammola” per i toscani,  è sicuramente una tipica produzione del litorale laziale, in particolare la zona di Cerveteri e Ladispoli, così come testimoniano le raffigurazioni di foglie di carciofo in alcune tombe della necropoli Etrusca di Tarquinia. E a Ladispoli, cittadina balneare poco distante dalla Capitale, anche quest’anno è tutto pronto per la consueta Sagra, giunta alla sessantatreesima edizione. La manifestazione si svolgerà dal 5 al 7 aprile, è organizzata dall’amministrazione comunale in collaborazione con la Pro Loco e con il patrocinio della Regione Lazio edella Provincia di Roma e per il settimo anno consecutivo avrà il titolo di Fiera nazionale. Una sagra dove il re incontrastato sarà il carciofo romanesco che dal 2002 si fregia del marchio Igp (Indicazione Geografica Protetta) la cui qualità quest’anno sarà di alto livello poiché le
temperature basse di notte e le piogge lo hanno reso ancora più tenero. Gli agricoltori autorizzati indosseranno un giubbino con il marchio europeo I.G.P., a garanzia che il prodotto offerto è di produzione locale.
Ma Sagra del Carciofo romanesco significa anche spettacolo, divertimento, sport, cultura e perfino giochi pirotecnici che illumineranno i cieli e le rive di Ladispoli. Quest’anno c’è una grande novità: la prima edizione del Carnevale primaverile che si svolgerà sabato 6 aprile. Dalle ore 21 da piazzale Roma, il Carnevale Brigantino della Pro Loco di Crispiano sfilerà per viale Italia: il fantasmagorico corteo sarà aperto dalla Legio XX Valeria Victrix con una sessantina di figuranti vestiti da antichi romani.
Momenti clou della domenica saranno sicuramente il concorso delle sculture di carciofi realizzate dai produttori locali, la serata dedicata agli anni ’60 con la partecipazione di Fiordaliso, Giucas Casella e Gianni Davoli e, per finire, lo spettacolo pirotecnico.
Come in tutte le passate edizioni – continua la nota – grande spazio allo sport e alle scuole di ballo che si esibiranno sul palco di piazza Rossellini. Molti anche gli appuntamenti all’interno dello spazio culturale in piazza della Vittoria dove saranno esposti, da venerdì 5 aprile, dei pannelli con i migliori scatti fotografici di Ladispoli a cura dell’associazione Gruppo Migliori Foto di Ladispoli. E in piazza dei Caduti tornerà la Piazza dei Sapori, una rassegna di prodotti di Abruzzo, Calabria, Campania, Friuli, Lazio, Marche, Liguria, Puglia, Sardegna, Sicilia, Umbria e Veneto.
Durante i giorni della Sagra proseguirà anche l’appuntamento con la Bi-settimana gastronomica che offre nei ristoranti che hanno aderito all’iniziativa menù a prezzo fisso (22,00 euro) tutto a base di carciofi.
Un’ottima occasione per esaltare il palato e per assaporare tante specialità legate a questo magnifico prodotto riconosciuto per le innumerevoli proprietà organolettiche e terapeutiche.

 

Related News

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Copyrıght 2013 FUEL THEMES. All RIGHTS RESERVED.