RT_costa_concordia_salvage_jef_130913_16x9_992

Iniziata la rimozione della Costa Concordia

Sono iniziati alle 9 di questa mattina i lavori di rotazione della nave da crociera Costa Concordia, arenata ormai da due anni davanti a Punta Gabbianara, a nord di Giglio Porto.

Era il 13 gennaio 2012 quando, a causa di una manovra errata, la nave, guidata dal comandante, Francesco Schettino, naufragò in seguito ad un urto contro uno scoglio che provocò una falla lunga circa 70 metri. Furono 30 i morti e 2 i dispersi.

L’operazione di raddrizzamento del relitto, attuata del consorzio italo-americano formato dalla Titan Salvage e dalla Micoperi e rinominata parkbuckling, vede impegnati più’ di cinquecento uomini che lavorano per riportare la nave in posizione verticale.
Negli scorsi mesi, per poter realizzare la rimozione di questo enorme gigante del mare, gli è stato costruito intorno un vero e proprio cantiere. Per favorire la rotazione, dei martinetti idraulici eserciteranno una forza pari a 23.800 tonnellate che, tramite 56 catene di acciaio legate stabilmente alla nave, permetteranno di raddrizzare l’enorme relitto.
“Sicuramente e’ un intervento straordinario in cui la professionalita’ degli ingegneri italiani, anche se sono presenti pure quelle di tante altre nazionalita’, e’ determinante”. Questo il commento di Armando Zambrano, presidente del Consiglio nazionale degli ingegneri che prosegue “va anche sottolineato il coraggio di lanciarsi in un’impresa unica, in cui non e’ possibile contare sull’ esperienza, perche’ appunto si tratta di un’ operazione mai
tentata al mondo, straordinaria a livello mondiale, e quindi l’ esperienza ‘ si fa’ sul campo”.
Ad ora i tecnici sono ottimisti, pur essendo le previsioni meteo poco clementi. La fine di questa prima fase dei lavori di raddrizzamento è prevista entro le prossime 12 ore.

A.A.

Related News

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Copyrıght 2013 FUEL THEMES. All RIGHTS RESERVED.