mirai_1_medium

Italia: novità per le auto a idrogeno

La rivoluzione dei motori green arriva anche in Italia. Entro il 18 novembre arriverà una legge che permetterà ai distributori di idrogeno di innalzare la pressione di rifornimento del gas (da 350 a 700 bar). In poche parole, si potrà fare il pieno del combustibile ecologico nello stesso tempo in cui si fa di gasolio o benzina.

Oltre all’aggiornamento delle norme di sicurezza che limitavano la pressione dell’idrogeno a 350 bar, il testo prevede la costruzione di nuovi punti di rifornimento del gas da ultimare entro il 31 dicembre 2025. L’Italia s’inserisce così nel cammino tracciato dalla normativa europea che mira a fornire sempre più spazio ai combustibili “alternativi” e non inquinanti. In questo caso, si parla di idrogeno “verde” cioè “prodotto tramite elettrolisi utilizzando energia da fonti rinnovabili e stoccato sotto forma di gas”. Secondo le stime, l’auto ad idrogeno ha un’autonomia di 400-500 km, il cui costo  è circa quello di un motore diesel. La sua efficienza però è del 30% contro il 14% di un pieno di benzina che ha tra i suoi punti deboli l’alta possibilità di perdite durante il trasporto.

Grazie a questo decreto avremo la possibilità di cominciare come industria a creare l’infrastruttura, chiedendo un aiuto allo stato ma anche facendo da soli – ha affermato Andrea Carlucci, amministratore delegato di Toyota Motor Italia L’importante è che ci sia il quadro normativo perché questo accada. L’idrogeno è l’ultima frontiera della mobilità, con emissioni solo di vapor acqueo. Siamo molto fiduciosi che il Parlamento confermi la scelta del Governo di inserire l’idrogeno fra le fonti alternative”

Anche l’Ue si starebbe aprendo alla rivoluzione green dei motori con una proposta di legge ad hoc riguardante in particolare le auto elettriche. Secondo il Guardian, l’Unione europea starebbe vagliando l’ipotesi di dotare, entro il 20130, il 10% dei parcheggi degli edifici degli Stati europei di strutture di ricarica.

Anche le principali case automobilistiche seguono la via aperta dalla europea ed ora, anche italiana, aumentando sempre di più la gamma di auto a combustibile ecologico. Hyundai e Toyota ne avevano lanciato nuovi modelli ad idrogeno già un anno fa mentre la Bmw  sta ancora lavorando sui modelli i3 che sarà probabilmente dotato di una cella a combustibile e i modelli a celle combustibili puri (i5), attualmente in fase di test e sviluppo. L‘Audi è arrivata prima di tutti, con il lancio al Salone di Los Angeles del 2014 tre modelli a cella a combustibile: Audi A7 Sportback h-tron, VW Golf e Passat.

“Finalmente dal 2017 potrà circolare in Italia la nostra Mirai che è la prima auto a idrogeno al mondo prodotta in serie e può essere rifornita in 3 minuti per un’autonomia già oggi di 550 km” ha aggiunto Carlucci.

P.M.

Related News

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Copyrıght 2013 FUEL THEMES. All RIGHTS RESERVED.