testosterone-aggressivita-uomini

L’inverno peggiora l’aggressività

Quando di qualcuno si dice che ha un carattere solare, ci si riferisce ad una persona che comunica positività e buonumore con il suo sorriso e il suo modo di fare. In effetti, c’è uno stretto legame tra la bella stagione e l’umore, come tra le brevi giornate invernali e l’essere scontenti. Quando le ore solari diminuiscono e fa buio prima – siamo già in procinto del giorno più corto dell’anno che coincide con la festa di Santa Lucia, il 13 dicembre – si scatena l’aggressività. Un meccanismo che, in passato, poteva conferire un vantaggio nei periodi in cui il cibo era più scarso. Ora però scopriamo che a far scattare maschi e femmine è un ‘interruttore’ ormonale differente. Da uno studio condotto sui criceti, infatti, emerge che l’ ‘effetto inverno’ per le femmine sarebbe collegato a un meccanismo ormonale del tutto peculiare. Questo, oltre a chiarire alcuni aspetti del legame tra ormoni sessuali e aggressività, potrebbe contribuire a progressi nel trattamento di questa forma di violenza negli esseri umani. Lo studio è pubblicato su ‘Proceedings of the Royal Academy B’ ed è firmato da ricercatori dell’Indiana University.

“I risultati – spiega Nikki Rendon, prima autrice dello studio – mostrano per la prima volta che la melatonina agisce direttamente sulle ghiandole adrenaliniche nelle femmine per accendere un interruttore dell’aggressività stagionale'” che, a cascata, attiva una serie di ormoni chiave. Un meccanismo del tutto “diverso da quello che agisce nei maschi”. Il lavoro è condotto da scienziati del team di Gregory Demas, docente di biologia all’IU, che ha scoperto per la prima volta il legame tra le giornate più corte tipiche della stagione fredda e l’aggressività negli animali.

Il team ha esposto dei roditori altamente territoriali come i criceti a un inverno simulato, valutandone poi le reazioni in situazioni in cui un esemplare era percepito come un intruso. Così hanno potuto registrare tutti i cambiamenti legati all’effetto inverno nelle femmine, ‘fotografandone’ le reazioni fisiche e ormonali. E confrontandole con quelle di compagne che non erano state sottoposte all’effetto inverno.

“Appare sempre più chiaro che gli ormoni sessuali giocano un ruolo importante nel controllare l’aggressività in maschi e femmine. Ma le femmine, umane e non, sono molto poco studiate nella scienza. Conducendo questa ricerca proprio sulle femmine – conclude Rendon – stiamo contribuendo a comprendere gli effetti degli ormoni sul comportamento sociale, in un campo attualmente dominato da discussioni sul testosterone che regola l’aggressività nei maschi”.

Ormoni ballerini a parte, impariamo a dominare la nostra irruenza, irritabilità, irascibilità. Per farlo, dobbiamo però prima riconoscere quelli che certamente non sono pregi, ma eccessi negativi del nostro carattere e delle nostre emozioni. Sapere di essere aggressivi ci aiuterà a correggere il nostro comportamento quando questo rischia di nuocere a noi e agli altri.

Related News

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Copyrıght 2013 FUEL THEMES. All RIGHTS RESERVED.