matrimoni-istat

L’Istat: Matrimoni in aumento, non accadeva da 40 anni

Risultati a sorpresa nell’indagine Istat: i matrimoni tornano a crescere dopo quarant’anni. Gli italiani preferiscono partner stranieri e separazione dei beni.matrimoni-istatGli italiani tornano a credere nel matrimonio. Di fronte al fascino di una marcia nuziale, di un velo bianco e di un bouquet lanciato alle damigelle, non c’è crisi che tenga. E lo dimostra l’ultima indagine pubblicata dall’Istat, che nel 2012 ha registrato un aumento delle nozze rispetto all’anno precedente. Un segno positivo in questo ambito mancava dal 1972, oltre quarant’anni in cui gli italiani hanno preferito vite da single, convivenze o altri tipi di unione.

Così il numero di nozze rischiava di scendere sotto la soglia delle 200mila l’anno. Il trend è tornato positivo per merito degli stranieri, convolati a nozze sia tra di loro che con coniugi italiani.

Nel 2012 sono stati celebrati 207.138 matrimoni, circa 2.300 in più rispetto al 2011. Rispetto agli anni Settanta, la fotografia scattata dall’Istat dice che si arriva più tardi a questo traguardo: per gli uomini l’età media del primo matrimonio è di 34 anni, per le donne è di 31. Inoltre, si preferisce il regime di separazione dei beni in due casi su tre, anche questa una novità che descrive i cambiamenti economici nelle famiglie italiane nel corso dei decenni.

Il numero delle nozze, come detto, è cresciuto nell’ultimo anno grazie ai matrimoni stranieri. Le unioni in cui uno o entrambi i coniugi non sono italiani rappresentano il 15 per cento del totale (circa 30.700). Nel 2012 i matrimoni misti italiano-straniero, invece, sono stati 20.764.

Al matrimonio in chiesa si preferisce il rito civile in municipio: nel 2012 solo 122.297 nozze sono state celebrate con rito religioso, numero in calo di 33mila unità negli ultimi quattro anni. Oggi i matrimoni civili rappresentano il 41 per cento del totale, mentre nelle regioni del nord superano addirittura quelli religiosi (53 per cento contro 47).

Related News

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Copyrıght 2013 FUEL THEMES. All RIGHTS RESERVED.