Manichini_Roma

Manichini impiccati contro la Roma

Pesanti minacce contro i giocatori della Roma, scritte su uno striscione spuntato all’improvviso da chissà dove, e corredate da manichini impiccati a un ponte pedonale. È successo stanotte, nel cuore della Capitale.

La macabra installazione è comparsa sul ponte pedonale che attraversa via degli Annibaldi: uno dei punti più sorvegliati della città, a pochi passi dal Colosseo e dalla caserma dei carabinieri di via In Selci.

Sullo striscione bianco, un messaggio difficile da equivocare: “Un consiglio, senza offesa… Dormite con la luce accesa!”. Appesi alla balaustra del ponte, quattro fantocci vestiti con maglie della Roma: si riconoscono quelle di Radja Nainggolan, Mohammed Salah e Daniele De Rossi.

Il tutto è stato fotografato e segnalato ai carabinieri, ma quando i militari sono arrivati sul posto il blitz era già finito: sul ponte hanno ritrovato solo due corde.

Non è chiaro chi possa aver compiuto il gesto. Potrebbe trattarsi di ultras romanisti delusi dagli ultimi risultati della squadra, o dalle voci di mercato che vedono protagonisti due dei giocatori interessati. Oppure si potrebbe trattare di una provocazione da parte dei tifosi della Lazio: sui social network è circolata una rivendicazione del gesto, ma non è detto che sia autentica.

I laziali sono impegnati in una battaglia dialettica con i rivali cittadini dopo il derby di domenica scorsa (vinto dai biancocelesti per 3-1). Durante la partita, i tifosi biancocelesti hanno esposto uno striscione con la scritta “il vostro peggiore incubo”, ma i giallorossi hanno prontamente ribattuto “dormiremo sonni tranquilli”.

Dopo la partita, tifosi laziali hanno inscenato una sorta di funerale all’ingresso della sede della Roma a Trigoria, depositando fiori e lumini a terra e disegnando sagome simili a quelle che si tracciano sulle scene degli omicidi. Accanto allo stemma della società giallorossa è comparso il disegno di una bara con tanto di crocifisso e sigla RIP (riposino in pace).

Le forze dell’ordine hanno acquisito le registrazioni delle telecamere di sicurezza della zona. La dirigenza della Roma ha deciso di non sporgere denuncia sull’accaduto, perché quando ne ha avuto notizia, stamattina, le autorità stavano già lavorando al caso da ore. Nelle prossime ore, quando sarà pronto il rapporto della Digos, il procuratore aggiunto Francesco Caporale aprirà un fascicolo contro ignoti per minacce aggravate.

F.M.R.

Related News

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Copyrıght 2013 FUEL THEMES. All RIGHTS RESERVED.