giorgio_caproni

Maturità, fra le tracce spunta Giorgio Caproni

Sono iniziati oggi, con la prova di italiano, gli esami di Maturità 2017. La prima prova, come al solito, è uguale per tutti i circa 500 mila studenti che si presentano agli esami.

Chi ha scelto l’analisi del testo ha trovato una lirica di Giorgio Caproni, poeta e saggista livornese morto nel 1990. Si intitola “Versicoli quasi ecologici”, è stata scritta nel 1972 e inclusa nella raccolta Res Amissa, pubblicata nel 1991. La scelta è stata accolta con una certa sorpresa: a ragione o a torto, Caproni non è un autore centrale in molti programmi di letteratura italiana. Per qualche minuto – giusto il tempo della bravata – qualche buontempone ha aggiornato la sua pagina su Wikipedia, l’enciclopedia online scritta dai lettori, definendolo “il più bestemmiato” di oggi.

Si tinge di verde anche il saggio breve su argomento artistico-letterario: il tema è “La natura tra minaccia e idillio nell’arte e nella letteratura”, con versi di Giovanni Pascoli e immagini di dipinti di Giuseppe Pellizza da Volpedo e J.M.W. Turner.

Il saggio socio-economico è su robotica e nuove tecnologie, quello storico-politico su disastri e ricostruzione. Il tema d’attualità parte da una citazione del genetista Edoardo Boncinelli (“Per migliorarci serve una mutazione”), mentre quello storico riguarda “il miracolo economico italiano”, con citazioni degli storici Piero Bevilacqua e Paul Ginsborg.

Le tracce – consultabili dalle 12 sul sito del ministero dell’Istruzione – sono state spedite alle scuole attraverso un “plico telematico”, un allegato criptato decifrabile solo con una password pubblicata stamattina. Da viale Trastevere assicurano che “tutto procede regolarmente”: “Al centralino della struttura tecnica tutto tace”, fa sapere il MIUR, e “questo è un buon segnale”.

I candidati iscritti quest’anno sono 505.686, divisi in 25.256 classi, mentre le commissioni sono 12.691. La percentuale di ammessi all’esame è del 96,3%: fra le regioni, quella che ha respinto più candidati è la Sardegna (94% di ammessi), quella che ne ha ammessi di più è la Basilicata (98,5%).

Domani si torna sui banchi per la seconda prova scritta, quella che cambia secondo l’indirizzo degli studi. La terza prova è in programma lunedì 26, mentre la quarta, negli indirizzi che la prevedono, il giorno successivo. Negli istituti che ospitano i seggi elettorali, terza e quarta prova si terranno invece il 27 e il 28 giugno, per dar modo agli scrutatori di completare il lavoro dopo i ballottaggi delle elezioni amministrative.

Related News

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Copyrıght 2013 FUEL THEMES. All RIGHTS RESERVED.