921347-milanese

Milanese, no all’arresto

921347-milaneseL’Aula della Camera ha detto ‘no’ all’arresto di Marco Milanese, l’ex collaboratore di Tremonti coinvolto nell’inchiesta P4 con 312 sì e 305 no. La maggioranza richiesta era di 309 in virtù dei 617 presenti e votanti. Il presidente della Camera Gianfranco Fini ha verificato se i deputati che hanno chiesto il voto segreto sull’arresto di Marco Milanese fossero effettivamente in Aula.

Chi ha chiesto la votazione segreta deve essere presente in aula se no la richiesta decade, ha spiegato Fini. In Aula alla Camera anche Marco Milanese. Uscito di casa verso le 9 è arrivato nel transatlantico di Montecitorio con netto anticipo rispetto all’inizio della seduta. E si è fermato a parlare con alcuni parlamentari del Pdl, visibilmente teso. Oltre ai saluti dei colleghi di partito, Milanese ha ricevuto anche una veloce stretta di mano dal presidente della Camera Gianfranco Fini, che si apprestava a entrare in Aula per dare inizio alla seduta. Poco dopo anche il deputato del Pdl ha fatto il suo ingresso nell’emiciclo, facendo cenno ai giornalisti di non avere intenzione di rispondere alle loro domande. “Per la Lega sussiste ‘fumus persecutionis’ e votiamo contro l’autorizzazione all’arresto. Qualunque decisione prenderemo, il processo andrà avanti e una sentenza stabilità se Milanese sia o meno colpevole. Si inizi subito il processo. Lo ha detto nell’Aula della Camera Davide Paolini della Lega in dichiarazione di voto. “La carcerazione preventiva non è la soluzione del problema. Bisogna fare i processi. Alfonso Papa da due mesi marcisce in carcere e il processo non è iniziato, e per chissà quanto potrà stare in cella”, ha concluso. L’Udc vota “contro la decisione della Giunta” sull’arresto di Marco Milanese, e quindi a favore della concessione della custodia cautelare in carcere e sostanzialmente mettendo da parte l’inizialmente prevista “libertà di coscienza”. L’annuncio è stato dato nell’Aula della Camera da Pierlugi Mantini. Il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi era nell’aula della Camera per prendere parte al voto sull’autorizzazione all’arresto del deputato del Pdl, Marco Milanese. Il premier non ha rilasciato dichiarazioni ai giornalisti.

Related News

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Copyrıght 2013 FUEL THEMES. All RIGHTS RESERVED.