selfie-pericolosi

Morire per un selfie: è successo a una coppia di 30enni

Si erano fermati per farsi un selfie ma sono stati risucchiati dalle acque di un fiume. è successo a Caramanico Terme, un comune, inserito tra i borghi più belli d’Italia, presso località San Tommaso, in provincia di Pescara.

La coppia, Giuseppe Pirocchi e Silvia D’Ercole, entrambi 32enni, erano andati in gita insieme ai loro due figli, rispettivamente di 5 e 8 anni ed alcuni amici. Secondo le prime ricostruzioni, mentre si stavano facendo un autoscatto per immortalare il momento, la donna è scivolata nel fiume Orta, alle loro spalle e nel tentativo di recuperarla, anche il marito è caduto in acqua.

Non c’è stato niente da fare: sul posto hanno operato i Vigili del Fuoco di Pescara, i sanitari del 118 di Pescara e L’Aquila, i Carabinieri e gli operatori del Corpo nazionale del Soccorso Alpino e speleologico (Cnsas), ma i tentativi di soccorso sono stati vani, tanto che i gli uomini all’opera non hanno potuto che estrarre corpi senza vita.

Il sindaco di Caramanico Terme, Simone Angelucci, è giunto sul luogo dell’incidente insieme ai soccorritori. “La nostra rete sentieristica ospita migliaia di visitatori all’anno. Ma quando si va al di fuori dei sentieri i rischi aumentano”.

Potrebbe sembrare una storia al limite dell’incredibile ma purtroppo non è così: i pericoli del “selfie selvaggio” sono in realtà ben noti, tanto che già nel 2015 la Polizia russa aveva lanciato una campagna per l’autoscatto sicuro: “Un bel selfie potrebbe costarti la vita”, recitava uno degli slogan. Nel Parco Nazionale di Yellowstone, tanto per fare un esempio, i funzionari hanno dovuto affiggere avvisi dopo che cinque visitatori sono stati incornati mentre si scattavano foto, con i piedi un po’ troppo vicini al bisonte.

In generale, gli incidenti dovuti a selfie incauti sono in aumento. Dal 2014 infatti, a morire mentre si facevano una foto sono state 49 persone, con un età media che si aggira intorno ai 21 anni (20% dei decessi). I luoghi più pericolosi risultano essere le montagne e, come nel caso della coppia in provincia di Pescara, l’acqua.

Related News

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Copyrıght 2013 FUEL THEMES. All RIGHTS RESERVED.