Max_Biaggi_Podio

Moto: grave incidente per Max Biaggi

Un gravissimo incidente è occorso in mattinata a Max Biaggi sulla pista del Sagittario, a Latina, durante le prove di una gara di supermoto. Il centauro ora si trova ricoverato all’ospedale San Camillo di Roma dove è stato trasportato in eliambulanza.

Max Biaggi è arrivato poco prima delle 14.30 all’ospedale romano dove è stato sottoposto ad accertamenti radiologici, neurologici e clinici per stabilire l’entità dei traumi. Il pilota è cosciente. Biaggi “ha riportato la frattura multipla delle costole e per precauzione nelle prossime ore sarà ricoverato nel reparto di rianimazione”. Lo ha detto il direttore del pronto soccorso dell’ospedale San Camillo di Roma, Emanuele Guglielmelli. “Per ora la prognosi è riservata, ma se tutto andrà bene, guarirà in trenta giorni”, ha aggiunto.

Quattro volte campione del mondo nella classe 250 (1994 e 1997) e e due volte campione mondiale Superbike (2010 e 2012), Max Biaggi detiene (assieme al britannico Phil Read) il primato assoluto di titoli conquistati nella 250, e con gli allori conseguiti nelle derivate di serie, è stato il primo italiano a trionfare in questa categoria.

La passione per le moto arriva quasi per caso: da bambino Biaggi era più interessato al calcio, ma per il suo 17º compleanno gli fu regalata una minimoto. In seguito a questo regalo, su consiglio di un amico iniziò a partecipare a gare professionistiche nella categoria della classe 125 cc nel 1989, a 18 anni. Un anno dopo divenne campione italiano nella categoria Sport Production, con moto derivate strettamente dalla serie.

Una casa costruttrice, l’Aprilia di Noale, lo nota e, pensando che il ragazzo avesse la stoffa per diventare campione, immediatamente dopo lo ingaggiò; così Biaggi si trasferisce nella classe 250. Nel 1991 divenne campione europeo e terzo nel campionato italiano alla guida di una Aprilia del Team Italia.

Nel 1997, dopo il divorzio dall’Aprilia, approda alla Honda del team Kanemoto, dove trova come compagno di squadra Waldmann. In questa stagione conquista 5 vittorie (Malesia, Italia, San Marino, Repubblica Ceca, Indonesia) ma, malgrado i cinque successi, dovrà lottare fino all’ultima gara per conquistare il suo 4º titolo iridato, che arriverà con soli due punti di vantaggio sul pilota tedesco. Dopo questo trionfo, Biaggi passò al campionato mondiale della 500, lasciando la 250, apprezzato per il suo stile di guida efficace e pulito e per alcuni record tuttora imbattuti: unico pilota nella storia della 250 a vincere 4 mondiali consecutivi con due moto diverse (Aprilia e Honda), maggior numero di pole position e di podi nella 250.

Max Biaggi ha avuto un’accesa rivalità con l’altro principale pilota italiano dell’epoca, Valentino Rossi. Il loro rapporto, dentro e fuori la pista, è stato per anni al centro dell’attenzione degli appassionati e della stampa specializzata internazionale, contribuendo non poco a tener viva la popolarità della disciplinaNei primi tempi, la rivalità Biaggi-Rossi fu caratterizzato da forti scontri, sia verbali che durante lo svolgimento delle gare, con comportamenti anche piuttosto duri da parte dei due piloti. Negli ultimi anni della loro coesistenza in pista, tuttavia, questi dissidi hanno finito per affievolirsi sempre più, tanto che (dopo il ritiro agonistico di Biaggi, nel 2012) entrambi si sono lasciati alle spalle gli attriti del passato, rendendosi protagonisti di una certa distensione nei confronti del rispettivo rivale.

Nel 2015, dopo due anni e mezzo di lontananza dalle corse, torna in sella divenendo collaudatore del team Aprilia Racing per quel che concerne i test di sviluppo della RSV4 RF.[Sempre nella stessa stagione torna a competere nel campionato mondiale Superbike partecipando come wild card ai GP di Misano e di Sepang: cogliendo il podio nella prova malese.

Il 19 dicembre 2016 veste i panni del team manager, fondando una squadra denominata Max Racing team, che corre nella classe Moto 3 del campionato Italiano Velocità .

 

Related News

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Copyrıght 2013 FUEL THEMES. All RIGHTS RESERVED.