simoncelli

MotoGP, sempre più alta la tensione tra spagnoli e Simoncelli

simoncelliNon sembra raffreddarsi il clima arroventato che, da qualche tempo ormai, circonda le “gesta” di Marco Simoncelli. A volte protagonista sfortunato, è vero, ma spesso autore di condotte di gara scriteriate.

A farne le spese, oltre ovviamente al romagnolo che paga con un ritardo in classifica abissale e niente affatto rispondente al suo reale valore di pilota, soprattutto i due spagnoli, Lorenzo e Pedrosa, coinvolti, loro malgrado, dalle rovinose cadute di Simoncelli.

Quel che aveva da dire al riguardo Lorenzo, lo ha detto a fine gara ad Assen, come ormai noto. Alla sua voce si è aggiunta, ora, anche quella di Daniel Pedrosa. Fuori dalla sala conferenze, lo spagnolo ha rifiutato la stretta di mano offerta da Marco, poi, in conferenza stampa, ha rincarato la dose. “In Portogallo, quando lui aveva scherzato sul fatto se lo avrebbero arrestato se avesse fatto qualcosa di sbagliato, tutti avete riso. Invece, occorreva farlo, evidentemente.”

Pronta la replica di Simoncelli: “Mi sono stufato di parlare di cose stupide. Persone così non meritano risposte. Ho provato a salutarlo e si è rifiutato di farlo. Forse non si sono resi conto che è passato un mese e mezzo ( dal contatto tra i due avvenuto al GP di Le Mans, costato a Pedrosa tre gare di stop per infortunio, ndr) e che si sono corse tre gare. Se c’è un problema due persone normali si parlano, si chiariscono e la cosa finisce lì. Non vedo l’ora di andare in pista e dimenticare tutto. Spero di aver imparato da questi errori tanto da poter finalmente fare un buon risultato.

Ma, a proposito della possibilità di chiarire, Pedrosa la pensa così: “Non si tratta di perdonare. In quella testa certe cose non entrano. E’ inutile parlargli.” Non male come antipasto.

Daniele Puppo

Related News

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Copyrıght 2013 FUEL THEMES. All RIGHTS RESERVED.