oscar

Oscar, trionfano Moonlight e La La Land

“And the Oscar goes to…” La La Land. Anzi no. Scherzo del destino o banale caso di scambio di buste, il musical più atteso del 2017 si consacra miglior film dell’anno per circa 2 minuti: il tempo per il produttore Jordan Horowitz di interrompere i ringraziamenti di rito e consegnare l’ambita statuetta, nell’imbarazzo generale, a Berry Jenkins, regista di Moonlight, già premiato dalla giuria per la miglior sceneggiatura non originale e miglior attore non protagonista Mahershala Al.

Ma il film di Damien Chazelle non è certo tornato a casa a mani vuote. La pellicola con la musa di Woody Allen Emma Stone e il beniamino di pubblico e critica, Ryan Gosling si aggiudica ben sei statuette su 14 nomination, di cui una come miglior regista a Chazelle e una alla Stone come miglior attrice protagonista. La rossa attrice statunitense ha battuto così un’altra star di prima grandezza, Natalie Portman, candidata per la sua interpretazione in Jackie.

La La Land ha poi trionfato nelle categorie Miglior fotografia, miglior sceneggiatura, miglior colonna sonora e miglior canzone originale.

Niente da fare invece per l’affascinante e talentuoso Ryan Gosling, battuto da  Casey Affleck, vincitore della statuetta per il migliore attore protagonista per Manchester by the Sea

All’Italia, resta l’amaro in bocca per la sconfitta di Fuocoammare di Gianfranco Rosi, vincitore dell’Orso d’oro a Berlino. Nella categoria Miglior documentario, ha infatti trionfato O.J.: Made in America, di Ezra Edelman sulla storia dell’ex campione di football oggi in carcere per omicidio O.J. Simpson.

“Io sono italiano, questo Oscar è per tutti gli immigrati”: così Alessandro Bertolazzi ha concluso il suo discorso ricevendo il premio Oscar per il miglior trucco in Suicide Squad, insieme con Giorgio Gregorini e Christopher Nelson.

La Disney pixar si conferma regina dei cortometraggi animati, vincendo la statuetta come miglior corto d’animazione con Piper del regista di origine italiana Alan Barillaro. Il premio come miglior film d’animazione a Zootropolis, sempre targato Disney, di Rich Moore e Byron Howard.

P.M.

 

Related News

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Copyrıght 2013 FUEL THEMES. All RIGHTS RESERVED.