papafrancesco_angelus30marzo20142

Papa: “E se tenessimo la Bibbia come il cellulare?”

La ‘provocazione’, firmata Papa Francesco, arriva nella prima domenica di Quaresima e scende su piazza San Pietro, gremita di fedeli, dalla finestra alla quale tutte le domeniche, alle 12 in punto, il Pontefice si affaccia per la recita della preghiera alla Madonna e la benedizione solenne.

Cosa succederebbe se trattassimo la Bibbia come trattiamo il nostro telefono cellulare? Se la portassimo sempre con noi, o almeno il piccolo Vangelo tascabile, cosa succederebbe? Se tornassimo indietro quando la dimentichiamo; se la aprissimo diverse volte al giorno; se leggessimo i messaggi di Dio contenuti nella Bibbia come leggiamo i messaggi del telefonino, cosa succederebbe?.

“Chiaramente il paragone è paradossale”, lo dice lo stesso Bergoglio, “ma fa riflettere”. Cosa si fa col cellulare di solito a portata di mano? Lo si prende, se ne controlla lo stato, se ne leggono i contenuti. Il suggerimento, dunque, è semplice: prendere confidenza con la Bibbia e leggerla spesso – come si fa, appunto, con il telefonino – aiuta nel combattimento contro il male e a non allontanarsi da Dio e dalla strada del bene.

Con lo stile di sempre – parole semplici e asciutte che focalizzano in poche battute il cuore dell’argomento – Francesco spiega ai fedeli vicini e lontani che “se avessimo la Parola di Dio sempre nel cuore, nessuna tentazione potrebbe allontanarci da Dio e nessun ostacolo ci potrebbe far deviare dalla strada del bene; sapremmo vincere le quotidiane suggestioni del male che è in noi e fuori di noi; ci troveremmo più capaci di vivere una vita risuscitata secondo lo Spirito, accogliendo e amando i nostri fratelli, specialmente quelli più deboli e bisognosi, e anche i nostri nemici”.

Lo spunto è dato dalla pagina evangelica (Mt 4,1-11) sui quaranta giorni di Gesù nel deserto e su come vinse le tentazioni del diavolo. Anche i cristiani, dice Francesco, sono invitati in questi giorni di Quaresima a “seguire le orme di Gesù e affrontare il combattimento spirituale contro il Maligno con la forza della Parola di Dio. Non con la parola nostra, quella non serve: con la Parola di Dio, quella ha la forza di vincere Satana”. Di qui il suggerimento della Bibbia da leggere spesso, meditare, assimilare.

A.B.

Related News

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Copyrıght 2013 FUEL THEMES. All RIGHTS RESERVED.