Fillon indagato

Presidenziali Francia, ora Fillon è indagato

François Fillon è iscritto da stamattina nel registro degli indagati per lo scandalo degli stipendi a moglie e figli. A dare per primo la notizia, attesa da mezza Francia e confermata dai suoi legali, è stato il giornale Le Canard enchaîné.

Il candidato del centrodestra alle presidenziali è accusato di appropriazione indebita di fondi pubblici: secondo gli inquirenti, erano fittizi gli incarichi che aveva assegnato alla moglie Penelope e a due dei figli. La moglie aveva le qualifiche di assistente parlamentare e consulente di un giornale di proprietà di un suo amico. I figli, invece, erano stati assunti come avvocati per “missioni specifiche”, anche se all’epoca non erano ancora laureati. Secondo la difesa di Fillon, si trattava comunque di attività fondamentali per i suoi incarichi in Parlamento e nel partito.

A Fillon si contestano anche “abuso di beni sociali, complicità nell’occultamento” dei reati precedenti e “violazione degli obblighi di comunicazione” all’Autorità – dipendente dal governo di Parigi – che si occupa della trasparenza nel bilancio delle istituzioni. Cade invece l’accusa di “traffico di influenze”.

Fillon avrebbe dovuto incontrare gli inquirenti domani mattina, ma poi la convocazione è stata anticipata “perché si potesse svolgere in condizioni di serenità”: lo ha spiegato Antonin Lévy, uno dei suoi avvocati.

Fillon comunque non si è ritirato dalla corsa per l’Eliseo. Alle primarie dei Républicains ha battuto nettamente Alain Juppé e Nicolas Sarkozy, l’ex presidente che nel 2007 lo aveva nominato capo del governo, e Juppé ha più volte sostenuto di non volerlo – e non poterlo – sostituire nella candidatura. Ma le sue possibilità adesso sembrano ridotte al lumicino, anche se nello stesso tempo sono in crisi anche i rivali socialisti. Negli ultimi sondaggi è al terzo posto, cinque punti sotto l’indipendente Emmanuel Macron e la nazionalista Marine Le Pen. E ora che è indagato, rimontare appare un’impresa titanica.

F.M.R.

Related News

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Copyrıght 2013 FUEL THEMES. All RIGHTS RESERVED.