marino-casco

Roma, la gomitata a Marino finisce su Striscia

Finirà nel tg satirico il video con i tafferugli scoppiati domenica scorsa nel consiglio comunale di Roma.

marino-cascoFinirà a “Striscia la Notizia” il video dei tafferugli di domenica al consiglio comunale di Roma. È quanto assicura la capogruppo di Ncd, Sveva Belviso.

“Il sindaco Ignazio Marino ha simulato tutto, vogliamo che tutti vedano con i loro occhi il video!”.

E intanto il protagonista della bagarre, Dario Rossin, consigliere del gruppo dei Fratelli d’Italia, si autosospende per una seduta dal consiglio. Ma tuona.

“Anche Marino si autosospenda come me!”.

Mentre il bilancio 2013 del Comune di Roma rischia di non essere approvato in tempo utile – alla scadenza del 30 novembre mancano appena tre giorni, e solo la Lista Marchini ha presentato 100mila emendamenti e ordini del giorno alla manovra – tiene sempre banco quanto accaduto domenica con l’ormai celebre “gomitata” alla testa del sindaco. Ed è ancora bufera.

“Come capogruppo del Nuovo Centrodestra capitolino invierò il video della simulazione di Marino a Striscia la Notizia, – annuncia la Belviso – in modo che tutta Italia possa vedere la ridicola messa in scena del sindaco. L’ufficio di presidenza del Consiglio comunale assumerà provvedimenti disciplinari contro Rossin. Ma noi chiederemo di punire Marino con sanzioni più severe, perché ha simulato in modo ignobile, come un calciatore appena sfiorato che si tuffa e invoca il calcio di rigore”. 

Oggi pomeriggio Rossin si è autosospeso per una seduta dai lavori dell’aula.

“Ma è un atto, il mio – ha aggiunto un’ora fa in una nota al vetriolo – che auspico venga seguito dal sindaco Marino, dal quale non solo come politico ma come uomo, resto ancora in attesa di scuse ufficiali per la patetica simulazione messa in atto in Aula Giulio Cesare e per le falsità dette, dalla gomitata al bernoccolo”.

Domani si prevedono ancora venti di burrasca sul consiglio comunale, in attesa del gran finale di venerdì con convocazione dell’aula dalle ore 15 ad oltranza. I margini di tempo per approvare la manovra sono esigui. E se il bilancio non venisse approvato in tempo?

Stamani Marino ha incontrato il Prefetto di Roma, Pecoraro, e certo non per fargli gli auguri. Pecoraro potrebbe concedere ancora 15-20 giorni di tempo. Se anche questo non bastasse, si arriverebbe giocoforza al commissariamento del Comune di Roma.

Related News

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Copyrıght 2013 FUEL THEMES. All RIGHTS RESERVED.