emilio_fede

Ruby, al via udienze per Fede, Minetti e Mora

emilio_fedeInizia davanti al gup Mariagrazia Domanico l’udienza preliminare a carico del direttore del Tg4 Emilio Fede, della consigliera regionale Nicole Minetti e dell’agente dei Vip Lele Mora, accusati di induzione e favoreggiamento della prostituzione, anche minorile, per le serate nella villa di Silvio Berlusconi ad Arcore. I tre hanno deciso di non presentarsi in tribunale; Lele Mora, tra l’altro, e’ in carcere da una settimana per un’altra inchiesta, quella relativa alla bancarotta fraudolenta aggravata per aver distratto dalla LM Management, la societa’ fallita un anno fa, circa 8 milioni e mezzo di euro.

 L’udienza e’ incentrata principalmente sulle eccezioni dei legali e sulla costituzione delle parti civili. Ruby Rubacuori non si e’ costituita al processo con rito immediato a carico di Silvio Berlusconi ed e’ quindi escluso che si costituisca nell’udienza preliminare che e’ uno stralcio dell’inchiesta principale. Oggi potrebbero invece gia’ depositare l’atto di costituzione di parte civile Chiara Danese e Ambra Battilana, le due ‘miss piemontesi’, che hanno partecipato a una delle presunte feste a luci rosse ad Arcore lo scorso agosto. L’avvocato Stefano Castrale, che con la collega Patrizia Bugnano assiste le due ragazze, ha spiegato che la richiesta e’ pronta: ”Ritengono di avere subito un danno di immagine e morale in quanto sono state considerate escort quando in realta’ non lo sono e, come recita il capo d’imputazione, sono state indotte alla prostituzione” quando il 22 agosto dell’anno scorso sono state invitate a una serata nella residenza di Silvio Berlusconi. Ambra e Chiara ”avevano partecipato a quella festa con altri scopi – ha sottolineato il legale – e infatti se ne sono andate via sbigottite perche’ si aspettavano tutt’altra cosa”. Non e’ escluso che venga avanzata richiesta di costituzione di parte civile anche da parte di alcune associazioni femminile. L’udienza comincera’ sostanzialmente ‘divisa’ in due tronconi, quello del merito delle accuse e la parte che riguarda la trascrizione delle intercettazioni telefoniche. Per quanto riguarda le eccezioni, le difese dovrebbero affrontare la questione relativa alla competenza territoriale dei magistrati milanesi, poiche’ i presunti festini a luci rosse sarebbero avvenuti ad Arcore, che ricade sotto la procura di Monza. E’ anche stata avanzata l’ipotesi che la competenza potrebbe ricadere su quella di Messina per la serata di bellezza nel corso della quale Ruby conobbe Emilio Fede. L’udienza preliminare potrebbe concludersi prima della pausa estiva con la decisione del gup.  ”Stiamo ancora esaminando le carte, poi valuteremo se chiedere di essere parte civile”. Lo ha detto l’avvocato Egidio Verzini, il legale di Ruby, la giovane parte offesa per i presunti festini a luci rosse ad Arcore, in relazione all’ipotetica richiesta di costituirsi parte civile all’udienza preliminare a carico di Lele Mora, Emilio Fede e Nicole Minetti cominciata da poco a Milano. Il legale prima di entrare in aula, conversando con i giornalisti, ha anche annunciato per sabato prossimo, 2 luglio, una conferenza stampa nel suo studio a Illasi, in provincia di Verona, cui partecipera’ anche la ragazza. Intanto, in vista dell’udienza di oggi, nonostante non sia presente alcun imputato e nemmeno una delle ragazze parte offese, l’accesso all’ufficio gip e’ stato vietato ai giornalisti. Il piano e’ stato blindato come quando tempo fa si e’ presentato il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, per l’udienza preliminare sul caso Mediatrade. In aula davanti al gup Maria Grazia Domanico ci sono soltanto i difensori di Mora, Fede e Minetti e i legali di Ruby e di Ambra e Chiara, le due Miss ‘Piemontesi’ che si vogliono costituire parte civile ritenendosi danneggiate ”per essere state considerate della escort – aveva spiegato ieri l’avvocato Stefano Castrale – quando non lo sono”. Inoltre a rappresentare la pubblica accusa ci sono il procuratore aggiunto Piero Forno e il pm Antonio Sangermano.

Related News

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Copyrıght 2013 FUEL THEMES. All RIGHTS RESERVED.