fire-paintings-soot-art-steve-spazuk-41

Spazuk, il pittore di fuoco con uno ‘Zippo’ antivento

Fiamma e pennelli per creare opere d’arte uniche, irripetibili. Si chiama Steven Spazuk, è di origini canadesi ed è conosciuto da diversi anni come ‘il pittore di fuoco’. Più che un artista è un abile genio che è riuscito a sviluppare la sua straordinaria tecnica di pittura, definita ‘fumage’, utilizzando la fiamma al posto del tradizionale pennello. Non buca la tela col fuoco, ma modella la fuliggine che la sporca. Il principio è semplice, ma la tecnica richiede fantasia ed estrema precisione: Steve infatti spesso non sa ancora quale immagine andrà a dipingere, ma preferisce esplorare e lasciarsi ispirare dalle forme nere che la fuliggine crea sul foglio, che modella avvalendosi esclusivamente dell’utilizzo di una piuma e di un pennellino.

Inizialmente era il fumo della candela a guidare le sue creazioni attraverso una tecnica alla quale ha lavorato per 14 anni. Oggi, invece, l’evoluzione attraverso l’utilizzo di un accendino antivento ‘Zippo’, da lui conosciuto già quando era studente di un college d’arte.

L’iconico marchio americano ha ora lanciato un video affascinante che presenta Steven Spazuk all’opera, mentre sfrutta con maestria il potere del fuoco per imprimere sui suoi quadri, molti dei quali rappresentano uccelli, messaggi universali. Di avvertimento riguardo alle tossine che minacciano la sopravvivenza delle specie animali, degli alimenti e perfino dell’umanità.

tumblr_me26lyrdCT1qeubbbo1_1280“La fiamma è qualcosa che ispira veramente la mia arte – spiega Spazuk, che ha sempre tenuto uno Zippo nella cassetta degli attrezzi –  Sapevo che il fuoco sarebbe diventato la mia musa e la mia voce, e il mio Zippo, oltre ad essere un pezzo d’arte in sé, un marchio stimolante per lavorare a fianco “.

La Zippo Manufacturing Company fu fondata da George B. Blaisdell a Bradford (Pennsylvania) nel 1932. Il suo celebre accendino Zippo deve il nome a un altro prodotto che in quell’epoca era stato ideato e stava riscuotendo grande successo: la cerniera lampo, che era chiamata “zipper“.

Gli accendini Zippo hanno mantenuto una linea quasi immutata dal 1932 ed è possibile conoscere il mese e l’anno di fabbricazione di ogni singolo esemplare, grazie a un codice inciso sulla base di ogni pezzo. Sono accendini pratici perché riescono a produrre una fiamma costante a qualsiasi temperatura e anche in presenza di vento. Tra l’altro sono fra i pochi che utilizzano ancora come combustibile la benzina. Con più di 300.000 disegni creati dal 1932, Zippo continua a spingere i confini del design. Oggi, grazie alla eccezionale collaborazione con Steven Spazuk, prosegue orgogliosa la sua strada nell’arte.

A.B.

Related News

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Copyrıght 2013 FUEL THEMES. All RIGHTS RESERVED.