ragazzo_zaino_petto-kmLF--896x504@Gazzetta-Web

Torino: fuori dal coma ferita in piazza S.Carlo

E’ finalmente uscita dal coma Francesca M., la 26enne di Monasterace (Reggio Calabria) ferita sabato scorso in piazza San Carlo, a Torino. La giovane, ricoverata nella Rianimazione universitaria dell’ospedale Molinette per un grave trauma toracico, questa mattina è stata estubata, respira spontaneamente ed è sveglia e cosciente. Una buona notizia, che segue alla ripresa del piccolo Kevin, il bimbo di 7 anni tifoso cinese che si è svegliato dal coma qualche giorno fa. Stabile l’altra donna, di 63 anni. In giornata arriveranno gli esiti della risonanza per Erika, la 38enne tifosa ossolana travolta anche lei sabato sera dalla folla in fuga: è ricoverata al San Giovanni Bosco a seguito di arresto cardiaco da trauma toracico. Tutti restano in prognosi riservata.

A quasi una settimana dalla notte di panico e di paura, quella che aveva visto tremila persone radunate in una grande piazza di Torino per seguire la partita di Champions Juve-Real e che per un allarme bomba lanciato da ignoti aveva procurato 1527 feriti, la prognosi resta però riservata. La sindaca di Torino, Chiara Appendino, è tornata questa mattina a far visita in ospedale ai feriti.

Intanto, dopo il disastro di piazza San Carlo, fioccano le misure di sicurezza per evitare che si ripetano fatti simili. La prima prova dell’efficacia del nuovo piano sarà il 1  al concerto di Ariana Grande, l’artista dell’attentato di Manchester. Molte disposizioni sono le stesse già previste per la sicurezza negli stadi alle partite di calcio, come il divieto di bastoni per i selfie o di ombrelli. Altre misure, come l’obbligo di borsette trasparenti, sono una novità.

Non si possono introdurre valigie, trolley, borse e zaini – alle donne è consentito portare delle piccole borse purché trasparenti. No a bombolette spray(compresi gli antizanzare, deodoranti, creme solari). No alle trombette da stadio, e sono vietati oltre alle armi e al materiale esplosivo, «artifizi pirotecnici, fumogeni, razzi di segnalazione, pietre, catene, coltelli o altri oggetti da punta o taglio», comprese le forbicine da unghie. Vietatissimo anche introdurre bevande alcooliche di qualsiasi gradazione; «introdurre o detenere sostanze stupefacenti, veleni, sostanze nocive, materiale infiammabile; accedere e trattenersi in stato di ebrezza o sotto l’effetto di sostanze stupefacenti». E’ vietato anche «introdurre o vendere all’interno dell’impianto bevande contenute in lattine, bottiglie di vetro, borracce di metallo o bottiglie di plastica più grandi di 0,5 lt (sono ammesse solo bottiglie non più grandi di 0,5lt senza tappo)» . E ancora : no a animali di qualsiasi genere e taglia; bastoni per selfie e treppiedi; ombrelli e aste; strumenti musicali; penne e puntatori laser; apparecchiature per la registrazione audio/video; macchine fotografiche professionali e semiprofessionali; droni e aereoplani telecomandati. Sono vietati anche VIDEOCAMERE, GOPRO, IPAD e TABLET; inoltre «biciclette, skateboard, pattini e overboard, tende e sacchi a pelo». In generale,  sono vietati «tutti gli altri oggetti atti ad offendere»;« esporre materiale che ostacoli la visibilità agli altri spettatori o che interferisca con la segnaletica di emergenza o che, comunque, sia di ostacolo alle vie di fuga verso le uscite»;«Svolgere qualsiasi genere di attività commerciale che non sia stata preventivamente autorizzata, per iscritto, dalla società organizzatrice dell’evento».

A.B.

Related News

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Copyrıght 2013 FUEL THEMES. All RIGHTS RESERVED.