Lina Wertmuller

Torna Lina Wertmüller al Festival del Cinema di Venezia

A caratterizzare e dare lustro alla terza giornata della 72esima edizione della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia è arrivata Lina Wertmüller. Il programma della Sala Casinò prevede infatti, per la sezione Venezia Classici, la proiezione di un omaggio speciale ad un’eccellenza tutta italiana, . “Dietro gli occhiali bianchi- Behind the white glasses”, più che un documentario, è racconto per immagini che tenta di rappresentare la genialità di un’artista nella sua lunga e multiforme carriera.

Cinema, teatro, televisione, lirica e molto altro. Non manca nulla alla versatile creatività di Lina.“Dietro gli occhiali bianchi” è un ritratto concepito come un film a carattere narrativo, e non esclusivamente documentaristico, proprio per suggerire l’idea che la vita stessa di una regista come lei, appassionata e inarrestabile, è il cinema ed è dunque impossibile scindere l’una dall’altro.

Dietro gli occhiali bianchi è un percorso che indaga il talento multiforme di Lina Wertmüller,” spiega il regista del film, Valerio Ruiz “per conoscere il suo genio d’artista e scoprire aspetti della sua personalità talvolta celati dietro l’immagine-maschera dei suoi occhiali bianchi. Si potrebbe definire un documentario “emotivo” sul mistero del genio e dell’essere artista”. “E’ stato appassionante” aggiunge il regista “rendere indelebili le riflessioni, i ricordi e le intuizioni di Lina, una grande protagonista italiana del XX secolo”.

Girato in soli 24 giorni tra l’Italia, New York e Ginevra, “Dietro gli occhiali bianchi” ha ottenuto il patrocinio del Ministero degli Affari Esteri, quale omaggio per un’opera di racconto di un’italiana esemplare, racconto di un viaggio nella vita e nella carriera di Lina Wertmüller, prima donna al mondo nella storia del cinema ad aver ricevuto una nomination al premio Oscar come miglior regista, con il suo capolavoro “Pasqualino Settebellezze” (1975).

Dalle immagini inedite girate a Cinecittà quando era aiuto regista di Federico Fellini in “8 e ½”, il documentario ripercorre i luoghi dei suoi film più celebri, per scoprire l’universo artistico e umano di una donna che, sempre fedele alla sua vena ironica e grottesca, ha lasciato il segno in ogni ramo dello spettacolo in cui ha lavorato. Ad accompagnare il viaggio, numerose interviste esclusive agli artisti, testimoni di una carriera intensa. Il film contiene una lunga serie d’inediti: video, immagini e canzoni scritte dalla stessa Wertmüller, e rappresenta una testimonianza personale e poetica sulla personalità di questa straordinaria regista.

Il film è prodotto da Recalcati Multimedia, una società indipendente di produzione e distribuzione cinematografica, impegnata nella produzione di opere dal sapore internazionale, destinate ad essere distribuite in tutto il mondo.

V. A. B.

Related News

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Copyrıght 2013 FUEL THEMES. All RIGHTS RESERVED.