pantheon-fronte-notte-roma

Una notte straordinaria per l’arte a Roma

Godere delle bellezze di Roma è un’impresa tanto splendida quanto smisurata. Ma ci sono occasioni speciali di cui si può approfittare per assaporare l’arte e la storia di questa città in modo nuovo e del tutto particolare. Una di queste è costituita dalle Giornate Europee del Patrimonio, evento promosso dal Ministero dei Beni Culturali, grazie al quale, dal 19 al 20 settembre, molte città italiane, tra cui Roma, offrono al pubblico il loro grande patrimonio artistico grazie all’apertura straordinaria di luoghi cultura.

Gli eventi promossi nella Capitale in occasione di questa manifestazione sono moltissimi. Musei civici come il Pigorini, biblioteche storiche come quella di Palazzo Mattei, Istituti e aree archeologiche anche nelle zone limitrofe della città, come Ostia antica, Cerveteri, Civitavecchia e Tivoli, propongono aperture straordinarie, esposizioni e visite guidate speciali.

Di particolare interesse restano comunque le aperture nella serata di sabato 19 di luoghi di significativa importanza che consentono di gustare la bellezza di questi siti con un’atmosfera inusuale, a cominciare dal più noto Pantheon che sarà visitabile fino alle 24. Il complesso archeologico di Santa Croce, sede di una lussuosa residenza di epoca imperiale e di strutture pubbliche e private risalenti al III secolo d. C., propone visite guidate notturne fino alle 22.45. Anche la Galleria Spada resterà aperta fino alle 24 per mostrare al pubblico il celebre cortile del Borromini e le splendide tele della collezione del Cardinal Spada. Palazzo Farnese, dopo 18 mesi di lavori, resterà aperto addirittura fino alle 2.00 di notte per consentire ai visitatori di ammirare la Galleria dei Carracci interamente restaurata.

Sempre nella serata di sabato il Museo Nazionale del Palazzo di Venezia organizza fino alle 24 visite guidate alle sale e ai depositi, raramente aperti al pubblico, offrendo ai visitatori i dipinti di Beato Angelico, Giorgione, Vasari, Maratti, i bronzetti di Riccio, Severo da Ravenna, Giambologna, i modelli e i bozzetti in terracotta di Bernini e Algardi, le splendide collezioni di maioliche e gli argenti datati tra il XVI e il XIX secolo.

Castel Sant’Angelo propone invece visite guidate fino alle 23, mentre nelle sue vicinanze anche il Museo Nazionale Romano a Palazzo Althemps prolunga l’apertura fino alle 24 per poter visitare le sue sale affrescate e le sue collezioni di antichità romane ed egizie.

La serata di sabato 19 settembre dunque è da cogliere al volo, perché costituisce un evento straordinario per ammirare in modo nuovo capolavori dell’arte di Roma altrimenti inaccessibili.

Related News

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Copyrıght 2013 FUEL THEMES. All RIGHTS RESERVED.