cyberbullismo

È legge il DDL contro il cyberbullismo

È definitivo il testo della legge contro il cyberbullismo. La Camera dei Deputati ha approvato il testo all’unanimità: 432 voti a favore, una sola astensione.

“Questa legge è un primo passo necessario”, ha detto la presidente della Camera Laura Boldrini, applaudita dall’emiciclo. “La dedichiamo a Carolina Picchio e a tutte le altre vittime del cyberbullismo”. Carolina Picchio è la ragazzina di 14 anni che si suicidò, a gennaio 2013, dopo aver subito atti di bullismo su internet. In aula a Montecitorio c’era suo padre, Paolo Picchio, uno dei più convinti sostenitori della legge approvata oggi.

Nella sua ultima versione, approvata da entrambe le Camere, la legge inserisce una definizione del fenomeno e permette ai minori di chiedere ai gestori di siti internet di oscurare o rimuovere gli interventi aggressivi, anche all’insaputa dei propri genitori. Solo se il gestore ignora la richiesta i minori saranno tenuti a informare i genitori; a quel punto potranno rivolgersi al Garante della privacy, che a sua volta dovrà intervenire entro 48 ore.

Nel disegno di legge si prevede di istituire un Tavolo tecnico interministeriale presso la Presidenza del Consiglio che dovrà coordinare gli interventi delle agenzie pubbliche e mettere a punto un piano integrato contro il bullismo.

La “procedura di ammonimento” è ispirata a quella prevista dalla legge anti-stalking: il bullo, posto che abbia più di 14 anni, sarà convocato dal Questore insieme ai genitori, e gli effetti del verbale cesseranno solo al compimento della maggiore età.

Coinvolte anche le scuole, che dovranno assegnare a uno dei professori il compito di contrasto e prevenzione del bullismo, da svolgere in collaborazione con la Polizia.

Related News

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Copyrıght 2013 FUEL THEMES. All RIGHTS RESERVED.