guardia di finanza

Fiamme Gialle: appalti truccati per 3,4 miliardi di euro

E se l’inchiesta sugli appalti Consip che coinvolge il re delle commesse pubbliche Alfredo Romeo, il padre dell’ex premier Tiziano Renzi, il ministro dello sport Luca Lotti, che appena ieri ha respinto la mozione di sfiducia presentata dal M5S fosse solo la punta dell’icerberg?

Al netto della Fm4 (facility management, servizi gestionali università), considerata “la gara d’appalto più ricca d’Europa” del valore di 2,7 miliardi di euro che attualmente costituisce il filone principale dell’inchiesta della Procura napoletana intorno alla centrale di approvvigionamento della Pubblica amministrazione, oggi la Guardia di Finanza aggiunge un altro tassello.

Guardia di Finanza: appalti irregolari per 3,4 miliardi di euro. Dal Rapporto Annuale 2016 presentato questa mattina dalle Fiamme Gialle  alla presenza del Ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan ed altre personalità istituzionali, si evince che gli appalti pubblici individuati e classificati dalle forze dell’Ordine come irregolari ammontano a circa 3,4 miliardi solo nel corso dello scorso anno.

Una cifra enorme, a cui vanno aggiunti i 2mila casi di frode Iva e i 1663 episodi di evasione fiscale internazionale. Per quanto riguarda questo settore, la Finanza ha sequestrato “disponibilità patrimoniali e finanziarie” per 781 milioni di euro. Anche nel mondo del lavoro si sono aperti numerosi vasi di Pandora, con 19mila lavoratori in nero o irregolari venuti alla luce. Alla criminalità di stampo mafioso sono stati sequestrati 2,6 miliardi di euro, con 281 aziende sottratte al giro d’affari delle cosche. A difesa dei consumatori, oltre che della legalità, sono stati sequestrati 180 milioni di prodotti contraffatti o pericolosi, per un valore superiore a 2,4 miliardi.

Questi risultati costituiscono certamente un motivo di vanto da parte delle Forze dell’Ordine ma allo stesso tempo lanciano un segnale d’allarme sul livello di corruzione che sembra infettare il nostro Paese, aiutata dall’evasione fiscale, dalla criminalità organizzata e dalla connivenza politica. A questo proposito, annunciando il rapporto, la Gdf ha detto di aver rafforzato, da quest’anno, i rapporti di cooperazione e scambio informativo tra le Fiamme Gialle, le Agenzie fiscali e le altre Istituzioni, nonché la collaborazione di polizia e la mutua assistenza amministrativa in ambito internazionale ed europeo.

P.M.

 

Related News

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Copyrıght 2013 FUEL THEMES. All RIGHTS RESERVED.