donna-multitasking

Donne multitasking? Non più se cambiano sesso

Se il primo fu Adamo e poi da una costola nacque Eva, così è scritto nel libro della Genesi, non c’è nessuna ragione per ritenere che la seconda sia inferiore al suo predecessore. Anzi, per dirla con la scienza, l’uomo rispetto alla donna ha diversi punti di debolezza: più bravo nelle attività fisiche e con più senso d’orientamento, si fa surclassare dalla partner nel multitasking e nelle abilità sociali. Insomma, logica e razionalità da una parte, grande intuizione dall’altra. Differenze di fondo che fanno dell’uno il complemento dell’altra.

Ma è sempre così per tutta la vita? Assolutamente no, la convinzione comune che le donne abbiano una migliore versatilità è sì confermata da un nuovo studio dell’Università di Vienna, ma la stessa spiega anche che in caso di cambiamento di sesso le ex signore o signorine perdono questa peculiare abilità.

Le donne, infatti, cominciano a pensare più come gli uomini dopo aver ricevuto un trattamento a base di testosterone. Per arrivare a queste conclusioni i ricercatori hanno esaminato 18 donne transessuali, sottoposte a risonanza magnetica per immagini prima e dopo 4 settimane di trattamento con il testosterone. L’esposizione all’ormone maschile ha ridotto il volume della materia grigia, le cellule nervose, in due regioni chiave del cervello legate all’elaborazione del linguaggio e le aree di Broca e Wenicke.

Tuttavia, allo stesso tempo, i ricercatori hanno osservato che le connessioni tra queste due regioni sono diventate più forti. “Quello che abbiamo visto è una vera e propria differenza quantitativa nella struttura del cervello dopo un’esposizione prolungata al testosterone” ha detto Rupert Lanzenberger, autore dello studio. “Sarebbe stato impossibile capire questo senza guardare a una popolazione transessuale. In termini più generali – ha continuato – questi risultati possono suggerire che la vera e propria differenza tra il cervello di uomini e donne è sostanzialmente attribuibile agli effetti degli ormoni sessuali circolanti. Inoltre, l’influenza ormonale sulla struttura del cervello umano va oltre le prima fasi di sviluppo ed è ancora presente in età adulta”.

Related News

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Copyrıght 2013 FUEL THEMES. All RIGHTS RESERVED.